Il laser a diodo ad alta potenza sprigiona una fonte di energia su di una grande superficie, con un profilo di fascio omogeneo ad una lunghezza d’onda di 808nm, che agisce in modo selettivo sul follicolo pilifero per un rilascio ottimale della luce senza perdita di energia.

Il raggio laser è in grado di attraversare la luce e di raggiungere il pigmento dei peli all’interno dei bulbi piliferi, il conseguente aumento della temperatura provoca il la distruzione delle cellule germinative del bulbo stesso, ottenendo quindi l’effetto di una
epilazione progressivamente definitiva.
Il cristallo di zaffiro giuda la luce delle decine di trasmettitori led, generando un raggio monocromatico, che raggiunge il vetro dello spot. Di seguito la superficie dello spot ha la dimensione di 11 x 11 mm, in tal modo il trattamento può essere seguito ad alta velocità. Il laser diodico può essere utilizzato in estetica per trattamenti di epilazione. Le sue caratteristiche lo rendono adatto a tutte la zone del corpo (ad eccezione del contorno occhi), per tutti i tipi di pelle (anche su fototipi 5 e 6).

Per l’eliminazione dei peli, sfrutta un fascio laser a diodo pulsato estremamente efficace per l’epilazione progressivamente definitiva. L’energia luminosa viene assorbita in grande quantità dal pelo e dalla melanina, viene convertita in calore e danneggia in modo irreversibile la struttura del follicolo pilifero che si trova in fase di crescita.
Poiché le fasi dei peli non sono sincronizzate, si hanno peli diversi in fasi diverse, per cui in una determinata area solo una specifica percentuale di peli subirà un’efficace trattamento laser. Per questo è consigliabile ripetere le sessioni laser a distanza di tempo, in modo differente per le varie zone del corpo (di solito a distanza di 20-25 giorni).

Pin It