Rivalutare il significato della parola “estetica” oggi è fondamentale, non solo per comprenderne l’importanza ai giorni nostri, ma per capire quali sono le qualità che bisogna avere, per ricoprire un ruolo che sia di successo all’interno di questo mondo, o perlomeno riuscire a svilupparne le capacità nella misura in cui la stessa natura personale lo concede.


Le radici della parola “estetica” affondano nell’antica Grecia; “AISTHETIKÒS” fa riferimento alla facoltà di percepire, di sentire e deriva dal verbo “AISTHANESTHAI” che vuol dire letteralmente “percepire”. Da quí l’etimologia ci conduce alla parola “AISTHESIS = ESTETICA” che stà a significare “sensazione, percezione, sentimento”.

La riflessione fondamentale avviene nel momento in cui consideriamo il suo esatto opposto : “ANAISTHESÌA” composto da “an” = “privo o privato” e “aisthesis” = “sensazione”, ovvero ANESTESIA o assenza di sensibilità.
È fondamentale capire che la bellezza è soggettiva, e non può rientrare in uno standard comune per tutti, in quanto si parla di “armonia delle parti”, e per far sì che questo accada bisogna affidarsi ai propri
recettori e dar voce ad un animo sensibile.
Cercare l’armonia di un corpo significa prima di tutto comprendere come esso è fatto, ovvero percepire che la biochimica funzionale è correlata ad altri componenti dell’essere umano, come la parte psichico-emotiva-energetica, che sono inevitabilmente influenzate dalla storia personale di ogni individuo, il quale tende all’equilibrio per natura somatizzando tutto ciò che accade nell’invisibile.
Per concludere direi che il corpo umano è un universo complesso, e condurlo all’armonia prevede un lavoro molto sottile che coinvolga la sfera psico-emotiva non che energetica per modificarne radicalmente la natura di ogni inestetismo.
Quindi possiamo dire che l’inestetismo è la cristallizzazione di una disarmonia?
Si, è esattamente così!

Genni Rizzacasa
Author

Il mio nome è Genni Rizzacasa, lavoro nel mondo dell'estetica dal lontano 2001,sviluppando una visione via via sempre più olistica della mia professione. Mi sono avvicinata allo studio della Naturopatia amplificano così le mie conoscenze che hanno permesso di creare un servizio di supporto alle sole tecniche manuali e cosmetologiche, conducendo i miei clienti ad affiancare un percorso di crescita personale per migliorare il proprio aspetto in maniera duratura nel tempo.

Pin It