CAMBIAMENTI FISICI, MACCHIE, ACNE, SMAGLIATURE, PREVENZIONE E TRATTAMENTI

Una donna in gravidanza deve subire numerosi cambiamenti, sia dal punto di vista mentale-emozionale-ormonale (sta accogliendo una nuova vita dentro di lei e tutte le sue azioni e pensieri sono rivolti a questo momento gioioso, ma non mancano allo stesso tempo ansie, paure e dubbi), che dal punto di vista fisico.

Viso, pancia, seno e fianchi sono le principali zone di cambiamento fisico delle donne incinte, spesso soggette alla comparsa di antiestetiche IPERPIGMENTAZIONI, PAPULE E SMAGLIATURE (secondo il dossier del Ministero della Salute realizzato in collaborazione con IFO – Istituto Dermatologico San Gallicano “Le smagliature sono probabilmente l’inestetismo più temuto dalle donne in gravidanza.

La loro comparsa è più frequente al 6°-8° mese ed è dovuta a cause ormonali e a fattori meccanici, come il rapido aumento di volume. Nella maggior parte dei casi, una volta comparse le smagliature si possono solo attenuare. Per questo la prevenzione è molto importante…”).

Come può l’Estetista di fiducia aiutare a prevenire e a contrastare questi antipatici inestetismi?

Intanto con la conoscenza approfondita di queste condizioni, da cosa sono causate ed essere sempre aggiornate sui metodi per trattarle ed è fondamentale informare le proprie clienti!

IL CLOASMA GRAVIDICO:

LE MACCHIE

Sì tratta della comparsa di iperpigmentazioni scure sulla pelle del viso disposte su fronte, guance, naso e mento dette anche maschera gravidica, compare più frequentemente nelle donne con carnagione scura; il cloasma è causato da un’eccessiva produzione di melanina per fattori ormonali gravidici, genetici e per una scorretta esposizione solare. Generalmente tende a scomparire da solo dopo la gravidanza SE si sono prese le dovute precauzioni.

PREVENZIONE: mettere sempre in estate e inverno una buona crema solare professionale con fattore di protezione alto; utilizzare nelle giornate più soleggiate cappelli e occhiali da sole; utilizzare un buon fondotinta che protegga la pelle dai raggi solari e dall’inquinamento quotidiano.

TRATTAMENTI: Nel caso in cui le macchie non siano scomparse dopo la gravidanza si possono cominciare a studiare una serie di trattamenti mirati a contrastare o almeno attenuarle. (Attenzione agli attivi presenti nei prodotti cosmetici utilizzati nei trattamenti, che non siano troppo penetranti come oli essenziali se la cliente è ancora in fase di allattamento).

  • Effettuare un peeling con Alpha Hidrossi Acidi, che hanno un’azione esfoliante ma allo stesso tempo delicata, idratante e rimpolpante.
  • Affidarsi a trattamenti cheratoplastici, cioè trattamenti che ricostruiscono lo strato corneo e non che lo aggrediscano.
  • Effettuare trattamenti viso con attivi ad azione schiarente nel rispetto della sensibilità cutanea.
  • Il tutto abbinato a Radiofrequenza Thermoplus e Ossigenoterapia.

LINEA NIGRA

È una linea scura tipica della gravidanza che parte dall’ombelico in giù, a volte può estendersi anche sopra l’ombelico. Anch’essa come il cloasma è più frequente nelle donne con carnagione scura e tende a scomparire dopo il parto.

Nel caso ciò non accadesse viene trattata esattamente come il cloasma poiché si tratta sempre di iperpigmentazione  ormonale.

ACNE/ PAPULE GRAVIDICHE

Un fenomeno che non viene quasi mai menzionato durante la gravidanza è la comparsa improvvisa dell’acne. Ciò avviene per colpa degli ormoni androgeni che producono anche il cattivo umore durante la gestazione. Si presenta come una vera e propria acne giovanile con papule, pustole o anche microcisti, molto fastidiose ma si tratta sempre di un fenomeno temporaneo.

TRATTAMENTI: L’acne in gravidanza va trattata con estrema delicatezza, è bene detergere la pelle tutti i giorni con un latte e tonico lenitivi, niente peeling o scrub. Si possono effettuare impacchi di creme e argille con azione astringente, assorbente e purificante. Un bel trattamento con l’Ossigenoterapia andrà a riattivare tutti i processi cellulari rendendo la pelle più rivitalizzata.

SMAGLIATURE

Un altro fenomeno inestetico delle donne in gravidanza sono le smagliature o strie atrofiche. Si presentano come delle striature prima rosse/violacee, poi in stato più avanzato rosa e biancastre; sono tipiche su zone come seno, addome e fianchi, questo perché sono le aree sottoposte a un grosso stress tensivo della cute poco elastica.

Alcuni dei fattori scatenanti sono sempre gli ormoni, fattori genetici, obesità, preesistenza in età puberale, sovrappeso, elevato peso del bambino alla nascita ecc. Si tratta di vere e proprie cicatrici della cute dove non arriva più nutrimento a causa dell’infiammazione del derma con conseguente rottura delle fibre collagene e dello stiramento di vasi che non apportano più ossigeno.

Hanno una consistenza flaccida tipica della mancanza di elasticita; finché sono di colore vivo sono facilmente trattabili e facili da eliminare, mentre quando arrivano allo stato più avanzato si possono attenuare. Le variazioni ormonali influiscono direttamente sulla comparsa delle smagliature perché si verifica un accumulo di sostanze come la relaxina, che alterano il tono dei tessuti.

 Le smagliature compaiono di solito tra il 6º e l’8º mese di gravidanza, quando i tessuti sono al massimo della loro tensione.

PREVENZIONE: È importante fare una buona prevenzione contro l’inestetismo delle smagliature soprattutto in una fase a rischio come la gravidanza; bisogna fare attenzione a non aumentare troppo di peso, seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, fare attività fisica appropriata, evitare indumenti stretti che non permettono il libero passaggio della circolazione, applicare con costanza creme idratanti, oli elasticizzati, burro di karité puro ricco di vitamina E.

TRATTAMENTI:

  • Peeling specifico nelle aree interessate dalle smagliature per un’esfoliazione dello strato corneo che permetta la penetrazione degli attivi che si andranno ad applicare in seguito.
  • Applicare cosmetici specifici per riattivare la zona cutanea priva di vitalità, creme elasticizzati, iperemizzanti, liftanti..
  • Massaggiare manualmente tutta l’area vigorosamente.
  • Fare impacchi di argille
  • Utilizzare macchinari elettro estetici come la Radiofrequenza Thermoplus e l’Ossigenoterapia.
Elisa
Author

Mi chiamo Elisa Di Giacomocarlo, dopo la laurea in Mediazione Linguistica ho deciso nel 2011 di seguire la mia passione ed entrare nel mondo dell'Estetica e del Benessere. Il mio obbiettivo è sempre stato il Benessere Psicofisico delle persone, farle sentire belle dentro e fuori, infatti oltre ad avere specializzazioni in metodologie per trattamenti viso-corpo, nails, make-up e trucco semipermanente mi sono specializzata anche in Terapie Emozionali Olistiche-Energetiche.

Pin It