Acquisire in continuazione nuove tecniche di massaggio, da Esperti che non conoscono le nostre esigenze, è realmente quello che ci serve???

Ogni giorno aprendo il mio profilo Social, mi capita di leggere di corsi di massaggio e tecniche di ogni genere tenuti da persone, spero professionisti, che si offrono di insegnare quella, piuttosto che questa, tecnica miracolosa di massaggio.

In tutti questi anni di onorata carriera, ho assistito alle varie tendenze e  “mode” che hanno caratterizzato il campo del lavoro estetico.  Abbiamo avuto il periodo dello “Shiatsu”, e quindi tutti a studiare e a tentare di applicare le digitopressioni su qualsiasi persona e problematica, a volte con successo, altre provocando magari altri fastidi ai clienti che si sottoponevano fiduciosi dei possibili benefici pubblicizzati.

Poi per circa dieci anni abbiamo assistito a tutte le possibili evoluzioni e strumentalizzazioni del massaggio Ayurvedico, dove spesso personaggi senza nemmeno un attestato di estetica o fisioterapia o almeno da massaggiatore (figura che non ha alcun valore giuridico ai fini di legge per poter praticare massaggi sul corpo n.d.r.), si sono cimentati in evoluzioni e coreografiche tecniche manipolatorie e di unzione, senza aver la benché minima conoscenza della origine e della potenza della medicina tradizionale Ayurvedica, legata principalmente alla fitoterapia e all’utilizzo di olii medicati, e qui parlo per esperienza personale.

Sono una professionista curiosa e meticolosa, che spesso si reca presso altri professionisti o sedicenti tali, che vendono tecniche di massaggio specifiche senza tenere conto dei principi di base delle stesse. Mi sono vista praticare un massaggio Ayurvedico con olio di canfora…! Cosa che non viene più usato neanche dai massaggiatori sportivi!!!! E via via, c’è stato il periodo del Massaggio Californiano, dell’Hawaiano, dell’Hot Stone e via dicendo!

Ma quello che fa la differenza, io credo, non solo tra una tecnica e l’altra, ma soprattutto dall’operatore che lo esegue, sono gli anni e anni di esperienza, di contatto con la “pelle” di altri esseri umani, la relazione e l’attenzione che si creano tra operatore e ricevente, un rapporto intimo e unico ogni volta. Il risultato di un buon trattamento di massoterapia è dato dall’esperienza, dallo studio e dalla fatica che un operatore ha saputo dedicare all’apprendimento delle tecniche, e soprattutto:

dall’Amore! Io mi ritengo fortunata e lo dico sempre anche ai miei clienti, nel mio lungo percorso professionale ho avuto la fortuna di studiare sempre con dei veri e propri  “Maestri”.

Personaggi che hanno dedicato, allo studio del lavoro sul corpo, una vita, sperimentando e donando la loro abilità alle persone. Lavorando sul campo e non fregiandosi soltanto di titoli. Ho seguito corsi di Shiatsu, conseguendo via via vari livelli. Ho studiato Ayurveda conseguendo una certificazione rilasciata dall’università di Thana, a Bombay e recandomi più volte in India. Ho studiato il massaggio Psicosomatico, la Riflessologia plantare, il massaggio Svedese, approdando in questi ultimi anni alla Biodinamica Cranio-sacrale…sono andata oltre quello che possiamo toccare con le mani.

Ho iniziato a lavorare nel 1984 appassionandomi immediatamente al lavoro sul Corpo,  imparando come prima cosa il Linfodrenaggio metodo Vodder con Giorgio Dioniso. Tutt’oggi è uno dei miei cavalli di battaglia. Ho clienti che me lo richiedono puntualmente, e ho trattato inestetismi ed esiti di patologie e interventi, sempre con successo. Certo, però, stiamo parlando di un diploma conseguito nel 1986! Quando eravamo pochi a conoscerlo e studiarlo e quindi a praticarlo, nella maniera corretta.

Mi è capitato, proprio in tempi recenti, in quanto il Linfodrenaggio sta godendo di un nuovo revival, di recarmi presso altri professionisti per farmi praticare un trattamento di questo tipo, che non ha avuto su di me nessun risultato benefico, se non quello di farmi stare una cinquantina di minuti sdraiata! Cinquanta minuti per un linfodrenaggio completo! Il mio varia da 1 ora e mezza a 1 ora e 45, dipende dall’altezza e dalla corporatura del cliente…e il costo è uguale, ovviamente.

Senza parlare delle poche volte che avendo bisogno di ricevere un massaggio, viste le tante ore che dedico al lavoro sugli altri, mi sono recata presso altri professionisti per questo servizio, se non altro rilassante, uscendone non soddisfatta e con nessun effetto duraturo in termini di drenaggio e riassetto muscolare.

Che dire…mi dispiace molto che non ci sia più questa cultura del massaggio, che ho da sempre considerato una delle principali tecniche per promuovere salute, bellezza e benessere come ci insegnano tutte le culture del passato. Il massaggio é un rito, non può essere mercificato venduto tanto al minuto, mezz’ora € x, un’ora € xx. Il massaggio richiede studio, passione e amore per quello che si fa.

Richiede attenzione, tempo e sensibilità, tutte cose che si apprendono e si affinano nel tempo. Una tecnica di massaggio non può essere insegnata da chi non ha toccato, sentito, massaggiato centinaia di corpi di tutte le età; da chi non ha “occhi sulle dita” per captare dove le mani devono andare su quel “preciso” terreno, che è la pelle che stanno toccando.

Penso che impiegherò gli anni della mia maturità professionale a divulgare questa modalità etica di esecuzione di lavoro sul corpo, così da lasciare alle generazioni future di professionisti una grande ricchezza di contenuti, non soltanto tecnici, da poter utilizzare nell’esercizio della loro professione, ma soprattutto umani e carichi di esperienza acquisita sul campo.

 A questo proposito vorrei organizzare un dibattito sul tema, con lo scopo di trasferire alla nuova generazione di Estetiste Specializzate, le mie competenze sull’argomento.

Per info: miccheroste@gmail.com

Anna Maria Laudoni
Author

Mi chiamo Anna Maria Laudoni e da oltre 30 anni opero nel settore dell’estetica professionale. Il mio percorso è iniziato con il conseguimento della qualifica di Estetista presso la Scuola Elite di Gina Paravisi, a cui fanno seguito varie specializzazioni in tecniche di lavoro sul corpo: Linfodrenaggio metodo Vodder, Shiatsu metodo Masunaga, Massaggio e tecniche tradizionali Ayurvediche, Ayur Malish, Massagio svedese, Massaggio Eutimico, Biodinamica in Craniosacrale, Reiki I e II livello. Naturopata ad indirizzo psico-somatico e Floriterapeuta, dopo aver gestito per oltre 20 anni il Centro “Olisticamente” attualmente svolgo la mia attività nello studio privato in Formello, sono responsabile del reparto benessere della farmacia “Nova salus” e saltuariamente svolgo attività di consulente e formatrice per aziende del settore benessere.

Pin It